Compatibile con Xcode 8

Come installare e usare Cocoapods. Velocizza lo sviluppo delle tue applicazioni iOS!

ENTRA NEL NOSTRO GRUPPO FACEBOOK

Sviluppare un’app completa, soprattutto se siamo all’inizio del nostro percorso di studi, può richiedere parecchio tempo.

Molto spesso certe interfacce o funzionalità più complesse richiedono giorni per essere sviluppate e magari anche competenze che, al momento, non possediamo. Tante volte, soprattutto all’inizio della mia carriera da sviluppatore iOS, mi sono fermato perché non sapevo creare e realizzare una determinata feature.

Al quel punto mi sono sempre chiesto, non sarebbe più utile poter vedere come gli altri risolvono le mie esigenze ed imparare dai loro metodi di lavoro?

Questa domanda ha una, semplice, risposta: CocoaPods.

Cos’è CocoaPods?

Cocoapods è un portale, o sarebbe più realistico definirlo un aggregatore, di risorse gratuite sviluppate da altri sviluppatori come me e te. Le risorse sono rese disponibili alla community per poterle integrare nelle nostre future applicazioni.

Come ti dicevo, sono tutte free e rilasciate sotto licenza libera. Ciò significa che puoi leggerne il codice sorgente, modificarlo ed utilizzarlo senza problemi nelle tue applicazioni.

E sono davvero un’infinità!

Le risorse o come vengono generalmente chiamate: i Pods, spaziano dalla grafica alle funzionalità dall’interfaccia utente fino a complesse animazioni per le nostre app.

Per esempio, puoi integrare agilmente nella tua applicazione: un’animazione, lo stile di un bottone che ti piace, un particolare tipo di menu, una fotogallery e così via. Quello che hai a disposizione è davvero infinito ed in continua e costante espansione.

Oggi ti mostrerò come integrare, nella tua applicazione, una funzionalità che spessissimo ti sarà capitato di voler aggiungere: il download delle immagini remote.

Immagina di voler creare un’app con una gallery di sfondi presi dal web, o le ultime notizie, e così via. Tutte queste app, utilizzano immagini remote, cioè presenti sul web, che non puoi inserire staticamente nella tua app al momento dello sviluppo.

Utilizzando un pod, che le gestisca al posto tuo, non dovrai più preoccuparti di sviluppare le funzioni per il download dell’immagine, della cache, della gestione dei placeholder, e così via. In questo modo, avrai guadagnato tempo prezioso per poterti concentrare sulle altre funzionalità della tua applicazione, e la rilascerai prima su AppStore, e prima inizierai a guadagnare.Come installare e usare Cocoapods

Visitando il sito www.cocoapods.org, troverai una barra di ricerca che ti permetterà di vedere quali Pods sono già supportati e disponibili.

CocoaPods

Prima di continuare. Se sei un nuovo sviluppatore iOS? allora dai uno sguardo ai consigli di Peppe prima di metterti all’opera.

Premessa fatta. Vediamo Come installare e usare Cocoapods!

Come installare CocoaPods

Installare cocoapods è semplicissimo. Apri il terminale del tuo Mac e digita:

Premi invio. Con questo comando, dai istruzione di scaricare ed installare quest’applicazione. Se hai impostato una password per il tuo mac, ti verrà chiesta.

Una volta installato, naviga con il terminale fino alla cartella del tuo progetto. Nel mio Mac, l’ho messa in documenti/Xcode/Esempio. Quindi digita:

Ora devi dire a cocoapods di “inizializzarsi” per il tuo progetto. Digita:

Una volta completato, verrà creato un nuovo file nella cartella del tuo progetto, chiamato Profile. Apriamolo con un editor di testo.

Come puoi vedere, il contenuto è molto semplice e ti permette di indicare quali dipendenze vuoi aggiungere alla tua applicazione.

Per prima cosa, visto che stiamo usando il linguaggio Swift, togli pure il cancelletto su “use_frameworks” (in questo modo specifichiamo a cocoapods che possiamo utilizzare anche librerie scritte in swift)

Se conosci anche il sistema operativo minimo della tua app, puoi specificarlo anche con la riga:

Dentro al tuo target, puoi inserire tutti i pods che preferisci. Nel mio caso, ho scelto questo:

Per aggiungerlo, è sufficiente inserire dentro al target del Podfile, il comando:

Nel mio caso, dunque, il mio Podfile completo sarà il seguente:

Ora che è tutto definito, puoi installarlo digitando, da terminale, il comando:

Come noterai, l’applicazione avrà generato alcuni nuovi files e cartelle. Quello che ci interessa, in questo momento, è il nuovo file Esempio.xcworkspace. D’ora in poi, infatti, se vogliamo aprire il nostro progetto,dovremmo aprirlo da questo file.

Utilizzare CocoaPods

Ma ora che ho installato il mio Pod, come faccio ad utilizzarlo?

Nulla di piu semplice. Entra nella classe dove hai bisogno di questo Pod ed importa il modulo come se fosse un normalissimo Framework di sistema. Quindi usa il comando:

Tutto qui! D’ora in poi potrai usare questa libreria liberamente.

Come si legge da GitHub, puoi inserire in una imageView la tua immagine presa dal web semplicemente con il comando:

Ecco la mia classe:

Con iOS 9, Apple ha aggiunto un controllo ulteriore all’accesso a internet da parte delle app. Per sbloccare la connessione, come spiegato in questo tutorial, devi aggiungere nel tuo info.plist, la chiave seguente:

Considerazioni e Download del progetto

Come vedi, basta davvero poco per avere in mano uno strumento potentissimo e disporre di illimitate risorse completamente gratuite.

Per cercarle, ti consiglio di utilizzare questo link:

Tra i vantaggi nell’utilizzo di questo strumento, c’è anche la possibilità di aggiornare in un solo comando tutti i nostri pods, scrivendo da terminale:

Nella cartella del nostro progetto. Con questa istruzione, tutti i nostri pods si aggiorneranno all’ultima versione disponbile, e potremmo usare eventuali nuove funzioni senza modificare tutte le classi del pod.

Ti consiglio, comunque, di non esagerare con l’integrazione dei Pods: se ne utilizzi uno solo per una sua piccola funzione, che magari non è altro che una delle tante offerte dal Pod, rischi appesantire la tua app e rallentarla.

Potresti, invece, scaricare il pod, vedere come viene implementata la funzione che ti interessa, e sviluppare la tua personale versione. In questo modo, avrai raggiunto lo scopo di CocoaPods: imparare dagli sviluppatori più affermati per poter poi far esplodere la tua creatività.

Se vuoi, puoi scaricare il progetto completo di quanto ti ho mostrato in questo articolo: 

[sociallocker][wpdm_package id=’42368′][/sociallocker]

Start typing and press Enter to search

Creare una Collection View in SwiftUIImagePickerController in Swift